May 26, 2018 - 11:39 AM  
Il sito ufficiale di Enrico Moriconi
Consigli per la lettura


Edizioni Cosmopolis


Menu Principale
· Home
· Eventi
· Articoli & Riflessioni
· Pagine istituzionali
· Comunicati stampa

· Indice degli Argomenti

· Web Links
· Statistiche
· Ricerca sul sito
· Segnalaci agli amici
· Inviaci un contributo
· FAQ - Come navigare
· Download documenti


Menu Argomenti
· All Topics
· Ambiente (Mar 09, 2010)
· Animali (Apr 02, 2010)
· No alla guerra (Jan 21, 2009)
· No alla TAV (Jan 22, 2010)
· No Fly (Jun 23, 2008)
· Olimpiadi?No grazie (Feb 23, 2010)
· Politica (May 22, 2010)
· Salute_pubblica (Jan 14, 2010)
· Varie (Feb 08, 2010)

Cerca nel sito


Cerca in Wikipedia


Chi c'è online
We have 14 guests and 0 members online

You are an anonymous user. You can register for free by clicking here


Arcoiris TV - Internet Free TV
Non voglio dimostrare niente, voglio 
mostrare. Federico Fellini

Altri Articoli
· Violenze inaccettabili (May 22, 2010)
· Berlusconi e Fini: non si sa chi vincerà ma sconfitti saranno gli italiani (Apr 24, 2010)
· Attività, istituzionali e non, svolte in favore degli animali non umani (Apr 02, 2010)
· La pillola RU486, Cota e il Pd (Apr 02, 2010)
· La doppia illusione del socialismo europeo (Apr 02, 2010)
· Elezioni Regionali: commento dopo-voto di Annamaria Rivera (Apr 01, 2010)
· Elezioni Regionali 2010 in Piemonte (Mar 09, 2010)
· Ogm a volontà? (Mar 09, 2010)
· Sui fatti di Via Padova a Milano (Mar 08, 2010)
· Risposta a Vera Schiavazzi (Feb 28, 2010)
· Olimpiadi invernali. Lo spreco continua (Feb 23, 2010)
· Lo sterminio dei tonni e la cecità umana (Feb 20, 2010)
· Obama e il nucleare: la delusione corre veloce (Feb 18, 2010)
· Frana il territorio insieme alla speranza (Feb 14, 2010)
· Nell’ultima seduta del Consiglio regionale largo spazio alla tutela degli animali (Feb 11, 2010)
· Olimpiadi invernali. Ricordiamoci i fatti di Torino 2006 (Feb 09, 2010)
· Talamone: un'altra colata di cemento bipartisan (Feb 08, 2010)
· Il carcere di Ivrea supera l’esame dei Consiglieri regionali Moriconi e Dalmasso (Feb 08, 2010)
· Il porto di Fiumicino: un esempio di scempio ambientale bipartisan (Feb 04, 2010)
· Confermato lo stop alle coltivazioni Ogm in Italia (Jan 25, 2010)
· Sostegno al popolo NO-TAV in Val di Susa (Jan 22, 2010)
· Vaccini influenza A una truffa? Noi lo avevamo detto (Jan 14, 2010)
· Rosarno: è una lotta tra clan mafiosi (Jan 10, 2010)
· Nucleare: menzogne e realtà (Jan 04, 2010)
· Obama e il Nobel (Dec 19, 2009)

View all articles for this topic.

  Attività istituzionali: Il carcere di Ivrea supera l’esame dei Consiglieri regionali Moriconi e Dalmasso
Inviato da: Alex Arrigoni on Monday, February 08, 2010 - 11:20 AM CET
 
  Varie ed eventuali
5515 Reads


Foto localport.it

I consiglieri regionali Enrico Moriconi e Sergio Dalmasso dei gruppi Ecologisti Uniti a Sinistra e Rifondazione Comunista si sono recati ieri 4 febbraio in visita al carcere di Ivrea nell’ambito di una serie di interventi istituzionali nelle carceri piemontesi.

I consiglieri hanno incontrato il direttore e il commissario della casa circondariale e successivamente hanno visitato tutte le sezioni parlando con i detenuti...

Leggi tutto... (1187 bytes more) Send this story to a friend Printer friendly page
 

  Eventi: In ricordo di Tea Scabello
Inviato da: Alex Arrigoni on Saturday, August 15, 2009 - 11:36 PM CET
 
  Varie ed eventuali
2532 Reads



L´improvvisa scomparsa di Tea Scabello, presidente dell'APDA, lascia il mondo animalista orfano di una persona squisita, gentile, attiva nella difesa dei diritti animali.

L´ultima volta l´ho incontrata, poco tempo fa, a una piccola manifestazione a favore delle adozioni canine, soffriva di problemi alla schiena ma era lì con noi, disponibile come sempre quando si trattava di difendere gli animali...

Leggi tutto... (405 bytes more) Send this story to a friend Printer friendly page
 

  Contributi: Il microcredito di solidarietà, uno strumento utile al superamento della crisi
Inviato da: Alex Arrigoni on Saturday, August 08, 2009 - 12:29 PM CET
 
  Varie ed eventuali
3590 Reads



Microcredito di Solidarietà: un esperimento interessante lanciato da Siena per l’economia nazionale.
di Aleandro Volpi*

Tutti siamo coscienti del grave momento che attraversa l’economia mondiale e in particolare quella nazionale italiana. La sacca di povertà si sta ampliando e risucchia al suo interno gruppi che fino a qualche anno fa potevano dirsi appartenere alla classe media, benestante e piccolo borghese. Anche molti piccoli imprenditori sono costretti a chiudere per il cambiamento repentino dei loro mercati di riferimento, sia quello di rifornimento e della produzione, sia quello di sbocco. Tutto questo deriva da molti fattori, non ultimo la liberalizzazione dei mercati con l’Oriente, fatta in modo liberticida: si potrebbe dunque parlare di una globalizzazione liberticida. Negli ultimi quindici anni si sono infatti aperte le porte a importazioni di prodotti concorrenziali ai nostri senza tenere conto che quelli non conteggiavano i costi di sicurezza, prevenzione e in generale qualità della vita che invece veniva garantita alle nostre maestranze (dopo decenni di lotta). Così ci siamo trovati nella condizione di dover portare i nostri lavoratori ai livelli dei lavoratori cinesi e non viceversa, dal momento che i nostri governi non hanno saputo porre freno a questa globalizzazione ‘selvaggia‘...
Note:
Il sito del Microcredito di Solidarietà.

Leggi tutto... (6117 bytes more) Send this story to a friend Printer friendly page
 

  Articoli & Riflessioni: Il mondo guarda al sole, l'Italia al nucleare
Inviato da: Alex Arrigoni on Saturday, July 18, 2009 - 01:23 PM CET
 
  Varie ed eventuali
2041 Reads



Mentre l’Europa guarda al sole, Berlusconi e i suoi guardano all’atomo.

In questi giorni il governo Berlusconi ha deciso di dare via libera alle centrali nucleari, sordo alle critiche e alle sollecitazioni di pensare a fonti energetiche veramente rinnovabili, forse ansioso di regalare qualche miliardo di euro ai suoi amici italiani e francesi, come Sarkozì.
In Germania invece la pensano diversamente. Avendo deciso di chiudere le centrali non appena saranno a fine ciclo e non volendo costruirne altre, dedicano tutti i loro investimenti all’energia solare.
La notizia più di rilievo riporta che un consorzio di 12 società, tra le più importanti del Paese con nomi come Siemens AG, RWE AG e E.ON AG, Munich Re AG, Deutsche Bank AG, e la svizzera ABB, ha presenatato, a Monaco, un prgetto da 400 miliardi di euro per installare nel deserto del Sahara una platea di specchi concavi in grado di riflettere e concentrare la luce solare in un unico punto. Il fascio di luce concentrata dagli specchi riscalda l’acqua a 800 gradi e il vapore generato mette in azione al turbina che produce l’energia elettrica...

Leggi tutto... (1376 bytes more) Send this story to a friend Printer friendly page
 

  Articoli & Riflessioni: Barracuda e crisi economica
Inviato da: Alex Arrigoni on Friday, July 03, 2009 - 08:48 AM CET
 
  Varie ed eventuali
3323 Reads



Due notizie che sembrano distanti richiamano ad una riflessione congiunta. Nel mar Ligure è stato fotografato un (solo?) barracuda e nello stesso giorno l’Ocse ha previsto un rallentamento della crisi che permette di prefigurare una uscita dalla crisi stessa.
Qual è allora il problema, si potrà dire?
Che stiamo vivendo una crisi grave, gravissima e anzi epocale che potrebbe traghettarci in problemi, ambientali, ben più grandi di quanto si immagini.
Il salvataggio delle banche ha significato il tentativo, per fortuna riuscito, di non far precipitare in una crisi inimmaginabile intere nazioni. Semplicemente il fallimento delle banche avrebbe privato di contante nel giro di pochissimi giorni, al massimo 5 o 6, i cittadini e le imprese, con le conseguenze di dover improvvisare in pochissimo tempo un’economia senza contante pena l’impossibilità di compiere attività essenziali come nutrirsi. Se non ci sono contanti come si pagano i cibi e chi li deve vendere come fa ad approvvigionarsi? L’economia dello scambio, preconizzata dalla teoria della decrescita, sarebbe da improvvisare in tempi strettissimi...

Leggi tutto... (2973 bytes more) Send this story to a friend Printer friendly page
 

  Articoli & Riflessioni: La Fiat, genialità o opportunismo?
Inviato da: Alex Arrigoni on Thursday, June 11, 2009 - 08:32 AM CET
 
  Varie ed eventuali
2239 Reads




Quando Marchionne ha mostrato interesse per Chrysler pochi avranno creduto fosse una proposta seria, soprattutto considerando la situazione italiana, dove la cassa integrazione succede alla cassa integrazione. Poi il presidente Usa ha dato una patente di credibilità e il progetto sta partendo. In seguito si è aperta la trattativa con Opel, poi arenatasi.
Va tutto bene? Oppure ci sono dei dubbi? La Fiat è diventata una star del sistema automobilistico internazionale o le vicende sono più complesse e sfumate?
Chrysler era di proprietà della Daimler Mercedes che l’ha abbandonata per non rischiare il fallimento. Le piattaforme produttive erano molto compatibili tra di loro ed infatti molte Chrysler che vediamo girare sulle strade europee sono realizzate sulla base delle Mercedes classe E ed S. Fiat e Chrysler non hanno niente in comune, ma la prima possiede un rilevante bagaglio tecnologico in un campo specifico: sfruttare i contributi pubblici per tirare avanti l’impresa. Non a caso Marchionne ha varcato l’oceano quando sono stati messi sul tavolo miliardi di dollari per il salvataggio della fabbrica statunitense...

Leggi tutto... (5820 bytes more) Send this story to a friend Printer friendly page
 

  Eventi: Aderiamo alla Fiaccolata della memoria di Pergine Valsugana
Inviato da: Alex Arrigoni on Tuesday, May 19, 2009 - 10:07 AM CET
 
  Varie ed eventuali
3962 Reads







Aderiamo virtualmente - impossibilitati a essere presenti fisicamente - alla 3a Fiaccolata della memoria di Pergine Valsugana, organizzata da il baco cantiere sociale e Prc della Valsugana



Pergine Valsugana (TN) venerdì 22 maggio 2009



Dall'ingresso del manicomio in via s. Pietro alla stazione ferroviaria Partenza ore 20.30!




Per chi non vuole dimenticare:



26 Maggio 1940

299 "matti e diversi"

provenienti dall'ospedale psichiatrico

di PERGINE

partirono dalla locale stazione ferroviaria

e furono trasferiti in varie cliniche della morte

e campi di sterminio del Terzo Reich.



SCRISSE SENECA CHE CHI DIMENTICA IL PASSATO, TRASCURA IL PRESENTE E HA PAURA DEL FUTURO.



PER COSTRUIRE IL NOSTRO AVVENIRE RICORDIAMO I 299 MALATI CHE IL 26 MAGGIO 1940 LASCIARONO IL MANICOMIO DI PERGINE PER VARIE DESTINAZIONI IN AUSTRIA E GERMANIA.



MOLTI DI LORO NON FECERO PIU' RITORNO UCCISI DALL'ABERRAZIONE NAZISTA CHE LI CONSIDERO' ALTRETTANTE "VITE SENZA VALORE"...
Note:


Cliccate qui per partecipare all'evento tramite Facebook!

Leggi tutto... (1037 bytes more) Send this story to a friend Printer friendly page
 

  Eventi: Enrico Moriconi a Magenta (MI) il 10 maggio 2009
Inviato da: Alex Arrigoni on Tuesday, May 05, 2009 - 09:22 AM CET
 
  Varie ed eventuali
2264 Reads







Enrico Moriconi sarà a Magenta (MI) per presentare il libro Cuori con la coda (Ed. Cosmopolis) in occasione della biofesta vegetariana domenica 10 maggio 2009 alle ore 10,30 presso la libreria Il Segnalibro, Via Roma 87/A (tel .0297290713).



BIOFESTA VEGETARIANA A CURA DI VAS LOMBARDIA



P.zza Mercato - MAGENTA

CONTATTI: Vas, Il Melograno Tel. 02/9793488



VENERDI' 8, SABATO 9, DOMENICA 10 MAGGIO




Programma:

“Biofesta vegetariana” a cura dei VAS del magentino e in collaborazione con Aiab Lombardia. Tre serate di cucina biologica vegetariana nella tensostruttura allestita in p.zza Mercato a Magenta (Mi). Il menu è proposto da cuochi e osterie biologiche del territorio; si cena il venerdì e sabato sera, domenica anche a pranzo. Occasione anche per conoscere le erbe selvatiche in cucina.

Di contorno: musica, presentazione libri.

Send this story to a friend Printer friendly page
 

  Eventi: Convegno a Torino: un cibo buono per tutti (18 Apr.2009)
Inviato da: Alex Arrigoni on Sunday, April 12, 2009 - 04:09 PM CET
 
  Varie ed eventuali
3434 Reads







UN CIBO BUONO PER TUTTI



UNA GIORNATA TRA SAPORI, PAROLE, IMMAGINI,

PER CAPIRE COME CIÒ CHE MANGIAMO PUÒ CAMBIARE NOI E ANCHE LA TERRA.



Sabato 18 aprile 2009 dalle ore 9.00 alle ore 21.30

Presso il Sermig (sala Università del dialogo), Piazza Borgo Dora 61 – Torino




Ingresso gratuito con colazione, contributo per il pranzo 6E (pranzo+apericena 10E). Consigliata prenotazione allo 011.5757732. Dalle 10 alle 18 sarà aperto uno 'spazio bimbi'. Cani benvenuti (con paletta e sacchetto).



Aprire l'articolo per il programma dettagliato della giornata...
Note:


Cliccare qui per il volantino in pdf dell'iniziativa.



Cliccare qui per segnalare la tua presenza all'evento tramite Facebook.

Leggi tutto... (1486 bytes more) Send this story to a friend Printer friendly page
 

  Bell'Italia: Il terremoto in Abruzzo: una delle tante tragedie annunciate
Inviato da: Alex Arrigoni on Wednesday, April 08, 2009 - 01:30 PM CET
 
  Varie ed eventuali
3751 Reads






Le zone sismiche in Italia.


Il sentimento di lutto e la vicinanza ai parenti delle vittime e agli abruzzesi è un dato diremmo scontato ma crediamo non sia sufficiente. Quello che è successo e sta ancora accadendo in Abruzzo, come per i tanti terremoti che colpiscono da sempre la nostra penisola non è, infatti, semplicemente un disastro naturale che ci colpisce inaspettato.

Il dissesto idrogeologico del Paese, che abbiamo più e più volte denunciato, l'incuria verso l'ambiente, la mancanza di una cultura del riciclo e del riuso, si accompagnano - da sempre in Italia - a una cultura della cementificazione selvaggia che continua a mettere a rischio la vita di milioni di persone, come accadeva agli inizi del '900: Dal punto di vista sismico, della vulnerabilità sismica, non esiste un sud e un nord d'Italia, non esiste un paese fuori norma contrapposto a un paese nella norma. L'Italia, come sta scoprendo il mondo, è tutta fuori norma. Nessuno costruisce nel rispetto degli obblighi di legge che - attenzione! - non eviterebbero certo i terremoti che uccidono (anche se molte meno vittime) anche in Giappone e in California, anche dove la legge è legge. Neppure lì i terremoti sono prevedibili. Non ci sono paesi del mondo dove le catastrofi naturali non procurano danni agli uomini e alle cose. scrive Francesco Merlo oggi su Repubblica. In pratica il 70% del territorio è a forte rischio sismico e abbiamo solo il 18% dell’edilizia in sicurezza sismica!

Ma non è tutto.

Come riporta oggi Eddyburg il sito di Assoedilizia, (espressione della borghesia storica di Milano e della Lombardia), suggerisce, DOPO IL TERREMOTO:
In caso di crollo di edifici a seguito di calamità naturali, sarebbe opportuno che lo Stato, nell'ambito della sua competenza legislativa in tema di principi fondamentali dell'ordinamento amministrativo-urbanistico, stabilisse i seguenti criteri normativi:
- riconoscimento della legittimità dei volumi edilizi preesistenti; indipendentemente dalla regolarità amministrativo-urbanistico-edilizia. Fissando all'uopo un limite quantitativo e/o tipologico alla sanabilità degli eventuali abusi edilizi e beninteso fatti salvi le prescrizioni e le previsioni urbanistiche nonché tutti i vincoli e segnatamente quelli di inedificabilità e/o ambientali e storico-monumentali e culturali.
- estensibilità della disciplina di premialità volumetrica (prevista dal piano casa per le demolizioni e ricostruzioni -35 %) anche all'interno dei centri storici. Sempre nei limiti del rispetto delle leggi regionali, nonché degli strumenti urbanistici, delle normative comunali e di ogni vincolo
...
Note:

Se leggiamo gli aggiornamenti di oggi 10 Aprile ci si può rendere conto che le nostre paure erano ben fondate: le case abruzzesi, come quelle di molte altre parti del meridione e d'Italia, sono mal progettate e mal costruite, anche con sabbia di mare nei pilastri e nelle fondamenta.

Una piccola postilla che dovrebbe indurci, ancora una volta, a riflettere molto sulle nostre categorie di pensiero e sui nostri comportamenti:

i cani, che solo poche settimane fa sono stati definiti assassini pericolosi da molta stampa nazionale e regionale, nel dopoterremoto diventano degli angeli a quattro zampe. Quanta ipocrisia si nasconde dietro le nostre paure e le nostre vergogne civiche e civili?
Un merito e un ringraziamento particolare a tutti i volontari e le associazioni, tra cui l'OIPA, l'ENPA e la LAV, che si stanno impegnando da tutta Italia per recuperare e reintegrare i cani di Modica e della Sicilia e per aiutare anche gli animali terremotati.

Enrico Moriconi

Leggi tutto... (7247 bytes more) Send this story to a friend Printer friendly page
 

  Comunicati Stampa: Digitale terrestre: il Piemonte non è pronto
Inviato da: Alex Arrigoni on Friday, April 03, 2009 - 05:41 PM CET
 
  Varie ed eventuali
3316 Reads




Il Consigliere Enrico Moriconi ha chiesto, in sesta commissione cultura, di ritardare lo spegnimento della televisione analogica e di posticipare l’entrata in esercizio del digitale terrestre previsto per la provincia di Cuneo e di Torino entro poche settimane.

A metà maggio dovrebbe entrare in funzione lo spostamento di tutti le trasmissioni sul digitale terrestre.
Ciò obbligherà tutte le persone ad acquistare l’apposito apparecchio, uno per ogni televisore, dal costo variabile tra 50 e 120 euro, non sarà più possibile vedere la televisione senza un’antenna fissa, e non è ancora certo che tutte le zone saranno coperte dal segnale e neppure che tutte le televisioni attualmente attive saranno attrezzate per il diverso tipo di servizio.
Si sta ancora discutendo sulle modalità tecniche e su eventuali accordi con gli antennisti per stabilire un tariffario certo per coloro che dovranno posizionare le antenne...

Leggi tutto... (1376 bytes more) Send this story to a friend Printer friendly page
 

  Eventi: Tavola rotonda a Torino: il secolo dei media
Inviato da: Alex Arrigoni on Wednesday, April 01, 2009 - 07:52 PM CET
 
  Varie ed eventuali
2070 Reads







Vi segnaliamo questo evento organizzato da Altera a Torino:



Giovedì 2 aprile 2009

18.00 - 20.00

Aula 2 Palazzo Nuovo

Via Sant'Ottavio, 20

Torino




Tavola rotonda di discussione a partire dalla presentazione del libro “il secolo dei media” di Peppino Ortoleva.



Parteciperanno oltre all’autore:



Ugo Volli, semiotico e filosofo della comunicazione

Steve Della Casa, presidente Film Commission Torino Piemonte

Gianluigi Ricuperati, scrittore

Chiara Stangalino, esperta in comunicazione

Roberto Mastroianni, studioso di comunicazione
Note:


Segnala la tua presenza all'evento su Facebook!

Send this story to a friend Printer friendly page
 

  Contributi: L'inganno: Report fa il punto sul nucleare in Europa e in Italia
Inviato da: Alex Arrigoni on Monday, March 30, 2009 - 01:57 PM CET
 
  Varie ed eventuali
2744 Reads


Foto Report.it.

Come sapete la questione del nucleare ci sta molto a cuore, sia come cittadini che come esponenti della Sinistra che come ambientalisti. Ieri la trasmissione Report è stata dedicata interamente alla questione, finalmente si è fatta chiarezza sui dati che riguardano i benefici e i rischi dell'energia nucleare. Non è neanche più in mistero ciò che si cela dietro l'interesse del Governo Berlusconi a riattivare il nucleare in Italia: un favore all'industria dei reattori francese che è in forte crisi dato che il nucleare è in declino in tutto il mondo:

L'INGANNO
di Michele Buono, Piero Riccardi

Alla fine si tratta solo di riscaldare acqua per far girare delle turbine che devono produrre elettricità. Ma non è che è esagerato mettere in moto una reazione nucleare per fare l'acqua calda? E' pericoloso? Conviene realmente? Si può fare diversamente? La Storia comincia nel 1953 e le intenzioni erano ottime: atomi per la pace – diceva Eisenhower – sottrarre l’atomo al controllo militare e usarlo per fare l’elettricità. Andò tutto bene per molti anni, poi successe quello che non doveva succedere: gli incidenti. Sellafield, Three Miles Islands, Chernobyl. E fu così che cominciò un lento declino del sistema. Nel 2002 l’ultima punta massima di produzione elettronucleare. Nel mondo i reattori sono 436: 8 in meno rispetto al 2002. Stanno invecchiando e nessuno si affretta a rimpiazzarli. Dal 1979 negli Usa non sono state più costruite centrali nucleari. Bush aveva promesso un rilancio dell’elettronucleare ma non se ne fece niente: l’investimento troppo rischioso per le banche e i soldi pubblici in giro ce ne sono pochi per via della crisi. Barak Obama taglia gli incentivi all’atomo e punta su rinnovabili e efficienza energetica. Stessa cosa fa la Germania dove una legge del 2002 stabilisce che non si costruiscono più centrali e i reattori esistenti man mano che giungono a fine vita si spengono. Intanto però si devono ancora fare i conti con le scorie...
Note:

Cliccare qui per visionare l'intera puntata di Report.


Leggi tutto... (1118 bytes more) Send this story to a friend Printer friendly page
 

  Contributi: Signoraggio e sovranità: un po' di chiarezza
Inviato da: Alex Arrigoni on Thursday, March 26, 2009 - 06:02 PM CET
 
  Varie ed eventuali
3557 Reads


Al canale Youtube di Aleandro Volpi

Il signoraggio nasceva nel medioevo e rappresentava quanto metallo il Signore tratteneva nel suo tesoro per coniare una certa unità monetaria. Si intende significare che se un suddito disponeva di X quantità di metallo prezioso e le portava alla Zecca di Stato, la Zecca emetteva n unità monetarie che complessivamente avevano un valore pari a quelle X quantità di metallo prezioso utilizzando però X-K quantità di quel metallo. Le K unità di metallo prezioso venivano trattenute dal Tesoro del Signore e rappresentavano il signoraggio.

Oggi la Banca d’Italia definisce così il SIGNORAGGIO:
Per signoraggio viene comunemente inteso l'insieme dei redditi derivanti dall'emissione di moneta.
Con riferimento all’euro il reddito da signoraggio generato dall’emissione della moneta è definito come reddito originato dagli attivi detenuti in contropartita delle banconote in circolazione e viene ricompreso nel calcolo del reddito monetario che, secondo l’articolo 32.1 dello Statuto del SEBC, è “Il reddito ottenuto dalle Banche Centrali Nazionali nell’esercizio delle funzioni di politica monetaria del Sistema Europeo delle Banche Centrali.


Dalla descrizione di cui sopra si evince che la messa in circolo delle monete stampate avviene come prestiti e comunque in qualunque altro modo avvenga, a fronte delle banconote messe in circolazione v’è un debito pari al valore delle stesse. Tutto questo è confermato dal fatto che al rientro nella banca centrale di quella carta moneta e al momento che essa giunge alla fine del suo ciclo fisico (banconote vecchie e usurate) esse vengono distrutte dalla Banca Centrale.
Questo vuol dire che sostanzialmente il signoraggio si limita agli interessi percepiti per i prestiti effettuati e le monete che non rientrano alla BCN perché distrutte o perdute dagli utilizzatori al momento in cui quel particolare taglio di cartamoneta va fuori corso.

Detto questo, sembrerebbe che il Signoraggio esaurisse la sua funzione… nella realtà non è così! ...
Note:

Come aggiornamento sulla grave questione della crisi economica vi invitiamo a rileggere un articolo di Aleandro Volpi sul caro vita, scritto nel 2004 (in tempi non sospetti), nel quale avevamo previsto, con l'attuale sistema bancario vigente e le anomalie italiane dovute al debito pubblico e all'evasione fiscale endemica i rischi di "moneta reale assai cara, depressione dal lato dei beni reali, diminuzione forzata dello stato sociale, depressione generalizzata dell'economia con forte disoccupazione e sottoccupazione". Tutte cose che stanno avvenendo e che rischiano di ridurre l'Italia a uno stato di depressione economica cronica per i prossimi decenni contro il quale non servirà certo l'ottimismo berlusconiano.

Leggi tutto... (4598 bytes more) Send this story to a friend Printer friendly page
 

  Eventi: Tre appuntamenti con Enrico Moriconi (Piove di sacco e Milano)
Inviato da: Alex Arrigoni on Saturday, March 07, 2009 - 03:10 PM CET
 
  Varie ed eventuali
2120 Reads







Nella seconda settimana di Marzo Enrico Moriconi si troverà nelle seguenti località per discutere di tematiche inerenti il benessere animale, l'ecologia e la salute pubblica:



* Mercoledi 11 marzo 2009 a Piove di Sacco (PD) ore 21.00

Quarto (ultimo) del ciclo di incontri de "Io Faccio La Mia Parte" sul CONSUMO CRITICO DELLA CARNE,

proposto dall'associazione Al Ritmo del Tam Tam con ospite il veterinario Enrico Moriconi.

Presso l'i.c.e.o. (laboratorio interculturale di comunicazione e espressione originale)

via Garibaldi, 54 Piove di Sacco (stabile ex-liceo) tel. 049.970.93.16



* Giovedì 12 marzo 2009 a Milano (Libreria Mursia)

per il ciclo VIVERE SOSTENIBILE - Tra biciclette, animali e sobrietà (organizzato dalla Provincia di Milano)

"CUORI CON LA CODA. Storie di animali e veterinari". Incontro con l'autore Enrico Moriconi, che ripercorre, sul filo dei ricordi, più di trent'anni di vita professionale, raccontando anche il percorso umano che lo ha reso uno dei veterinari più attivi e schierati sul fronte dei diritti animali. Giovedì 12 marzo 2009 alle ore 18.00. Libreria Mursia, via Galvani 24, Milano.



* Sabato 14 Marzo 2009 a Milano (Fà la cosa giusta. Fiera del consumo critico)

14:00 - 16:00 PIAZZA PARLA COME MANGI!


Un menu leggero per noi e per il Pianeta

Con: Enrico Moriconi - veterinario, Presidente AVDA; Gian Piero Godio -

Legambiente Piemonte; Cinzia Picchioni - Centro Studi “Sereno Regis”.

Organizzato da: Campagna Un’altra alimentazione è possibile”.

Leggi tutto... (241 bytes more) Send this story to a friend Printer friendly page
 

  Eventi: Crisi e limiti ambientali
Inviato da: Alex Arrigoni on Thursday, February 19, 2009 - 05:55 PM CET
 
  Varie ed eventuali
2081 Reads







Incontro pubblico organizzato da Sinistra Europea, Forum Ambientalista, Ecologisti Uniti a Sinistra, Rifondazione Comunista per discutere intorno alla crisi, ai limiti ambientali, per nuovi diritti e una nuova economia.



Domenica 22 febbraio 2009

Ora: 10.00 - 13.00

Centro Incontri Regione Piemonte

C.so Stati Uniti, 23

Torino




Partecipano:



Vittorio Agnoletto, Europarlamentare SE

Paolo Ferrero, Segretario Prc

Lucio Libonati, Segreteria Naz. Uniti a Sinistra

Dario Padovan, Università di Torino

Roberto Burlando, Università di Torino

Ciro Pesacane, Presid. Naz. Forum Ambientalista

Paola Barassi, Consigliere Regionale Ecologisti-Uniti a Sinistra


...
Note:

La locandina dell'evento.

Leggi tutto... (101 bytes more) Send this story to a friend Printer friendly page
 

  Archivio Newsletter: Newsletter #23
Inviato da: Alex Arrigoni on Monday, January 12, 2009 - 04:37 PM CET
 
  Varie ed eventuali
2495 Reads


Dicembre 08

Fine anno
Approvazione legge amianto
Iniziativa con Burlando all’Università
Bilancio e finanziaria 2009
Iniziativa Calopresti
Progetto Senegal
Scandali alimentari

Fine anno


L’anno si chiude con le proteste studentesche per la “riforma” della scuola targata più Tremonti e Berlusconi che Gelmini. Come sempre, quando c’è bisogno di soldi in Italia si taglia su sanità e istruzione. E di denari il governo ne ha bisogno per colmare i buchi provocati dall’abolizione dell’Ici e dalla vicenda Alitalia. La sparata elettorale di Berlusconi su Alitalia ha fatto fallire la possibilità di accordo con Air France e reso necessario reperire risorse per ripianare il debito della compagnia senza risolvere il problema ed infatti a distanza di mesi la nuova compagnia Cai non è ancora decollata e la soluzione “italiana” non sarà competitiva senza un partner straniero.

Con la differenza che nella prima ipotesi l’erario pubblico non avrebbe dovuto ripianare alcun debito. A ciò si è aggiunto l’abolizione dell’Ici sulla prima casa per tutti i proprietari, anche quelli di più abitazioni.

Quale soluzione migliore che tagliare i soldi per la scuola. Pubblica. Per quella privata, appena è stata ipotizzata l’idea si è alzata la protesta delle gerarchie ecclesiastiche e così la scuole private non subiranno tagli. I vescovi e il Papa, in nome della giustizia divina, saranno contenti di una ingiustizia che privilegia il privato a danno del pubblico.

È conoscenza comune il significato della riforma Gelmini in termini di tagli alle ore di insegnamento e quindi al tempo pieno, ma anche cosa significa per l’università, con il taglio alla ricerca e alle collaborazioni. Le proteste erano sacrosante, adesso occorrerà continuare nell’opera di sensibilizzazione e dare uno sbocco anche politico alla protesta non solo pensare ad un appoggio ad un partito piuttosto che ad un altro, ma lavorare per collegare alla protesta una visione generale della società ed al sistema socio economico. Cercare di far comprendere che la riforma è figlia diretta del neoliberismo che per fare regali e concessioni al mondo delle imprese, deve reperire risorse tagliando sui servizi e i beni essenziali.

Sarà anche importante operare per dare continuità al movimento affinché non si spenga progressivamente perché le iniziative di piazza non possono durare a lungo e devono trovare la forza e la capacità di diventare proteste più organizzate.

A quarant’anni dal Sessantotto sbaglia chi pensa ad un collegamento di quanto sta avvenendo con quella stagione. Troppo lontani e distanti sono le ragioni e la situazione politica. Allora le proteste nascevano anche da un bisogno di mettere in crisi tutto un sistema sociale più che economico mentre oggi il problema è proprio la capacità di vedere in una decisione amministrativa non solo la volontà di risparmio e di mettere in difficoltà la scuola pubblica per rilanciare quella privata, ma anche una logica conseguenza di un sistema economico capitalistico.
Senza fermarsi alle critiche alla Gelmini, che ha firmato i provvedimenti, diciamo chiaramente che dietro alle decisioni ci sono i signori Berlusconi e Tremonti.
Se lo stato non ha finanze, se non ha risorse, se non si fa la lotta all’evasione fiscale, se i denari pubblici si sprecano in iniziative velleitarie e in aiuti ai soliti amici (imprenditori) è quasi inevitabile che si vada a tagliare a danno delle categorie deboli...

Leggi tutto... (8287 bytes more) Send this story to a friend Printer friendly page
 

  Contributi: Michael Moore sulla crisi economica e automobilistica
Inviato da: Alex Arrigoni on Saturday, December 13, 2008 - 02:24 PM CET
 
  Varie ed eventuali
2900 Reads




Pubblichiamo un articolo di Michael Moore sulla crisi automobilistica statunitense, se Sergio Marchionne vuole veramente salvare la FIAT dovrebbe leggerlo.

Non meritano un centesimo
di MICHAEL MOORE


Amici,
io guido un'auto americana, una Chrysler. Non è un modo per pubblicizzarla. Più che altro, sto chiedendo compassione. C'è una lunga storia, vecchia di decenni, raccontata all'infinito da decine di milioni di americani, un terzo dei quali ha dovuto rinnegare il proprio Paese solo per trovare un maledetto mezzo per andare al lavoro con qualcosa che non si rompesse: la mia Chrysler ha quattro anni. L'ho comprata per via della guida facile e comoda. Allora la società era proprietà della Daimler-Benz che ebbe la buona idea di montare una carrozzeria Chrysler su un semiasse Mercedes e, ragazzi, come va bene!

Quando si mette in moto.

Più di una decina di volte, in questi anni, l'auto si è rifiutata di mettersi in moto. Ho sostituito le batterie, ma il problema non era quello. Mio padre guida lo stesso modello, e anche la sua macchina è rimasta spesso in panne. Non si mette in moto, senza nessuna ragione.

Qualche settimana fa, ho portato la mia auto in un'officina Chrysler, qui nel Michigan settentrionale, e l'ultimo intervento per aggiustarla mi è costato 1.400 dollari. Il giorno seguente, la macchina non è ripartita.
Quando sono riuscito a metterla in moto, ha cominciato a lampeggiare la spia dei freni. E così via.

Da tutto questo sarete giunti alla conclusione che non me ne freghi niente di quei poveri incapaci che costruiscono queste auto schifose, su a Detroit. Invece mi importa. Mi importa di quei milioni di persone la cui vita e il cui sostentamento dipendono dalle compagnie automobilistiche. Mi stanno a cuore la sicurezza e la difesa di questo Paese, perché il mondo sta esaurendo le scorte di petrolio, e quando sarà davvero finito, la catastrofe e la rovina saranno tali da far sembrare la crisi attuale una passeggiata...
Note:

(testo tratto al sito di Michael Moore, traduzione di Antonella Cesarini per Repubblica.it)

Leggi tutto... (7721 bytes more) Send this story to a friend Printer friendly page
 

  Contributi: I documenti conclusivi dell’assemblea nazionale dell’Onda a Roma
Inviato da: Alex Arrigoni on Wednesday, December 03, 2008 - 12:56 PM CET
 
  Varie ed eventuali
2311 Reads



Cari lettori e cari compagni

vi segnaliamo i documenti conclusivi dell’assemblea nazionale dell’Onda a Roma:


(Foto MicroMega)


Documento assemblea plenaria


Primo workshop: Didattica

Secondo workshop: Welfare e diritto allo studio

Terzo workshop: Ricerca, formazione e lavoro
Note:

da www.uniriot.org

Send this story to a friend Printer friendly page
 

  Eventi: Premiazione del concorso letterario SOTTO I CIELI DI TORINO
Inviato da: Alex Arrigoni on Friday, November 28, 2008 - 12:56 AM CET
 
  Varie ed eventuali
2572 Reads



Il Circolo di Legambiente l'Aquilone ha organizzato, quest'anno, un concorso letterario per invitare la popolazione a riflettere intorno alle problematiche relative alle migrazioni e ai cambiamenti dei concetti di cittadinanza e cultura.

Ora è giunto il momento della premiazione.

Concorso Letterario Sotto i Cieli di Torino

Premiazione Data : sabato 29 Novembre 2008
Ora : ore 9,30 – 13

Luogo : Centro Culturale “Principessa Isabella”

Via Verolengo 212, TORINO


Il Concorso Letterario, lanciato nel Dicembre 2007 in occasione della Giornata mondiale del Migrante e del Rifugiato, si è concluso nel Giugno 2008.
Ha visto una buona partecipazione di autori italiani e stranieri. Il tema delle Nuove Cittadinanze compare nella maggior parte delle opere, trattato a volte con delicata poesia, altre con intensa drammaticità.

Aprire l'articolo per il programma completo dell'evento...

Leggi tutto... (1194 bytes more) Send this story to a friend Printer friendly page
 

Giustizia ecologica, sociale e tra le specie   

Web site powered by PostNuke ADODB database libraryPHP Live!, brought to you by LivePeople.infoPHP Scripting Language

This web site was made with PostNuke, a web portal system written in PHP. PostNuke is Free Software released under the GNU/GPL license

All logos and trademarks in this site are property of their respective owners. The comments are property of their posters, all the rest © 2006 by Enrico Moriconi

Webmastering, webmanagement and graphics by Alex Arrigoni

Webhosting by Marlin S.r.L.

You can syndicate our news using the file backend.php